[indietro]

Contatti: PEC e modalità

CONTATTI

I soggetti interessati possono scegliere di far pervenire a questo Comune le proprie istanze e qualsiasi documento attraverso:

a)   la consegna, personale o tramite posta, all’Ufficio Segreteria del Sindaco, ubicato al primo piano del Palazzo di Città in Piazza della Libertà, n. 67, durante gli orari di apertura al pubblico dal lunedì al venerdì lavorativi, dei documenti cartacei e/o dei supporti informatici (floppy disk, cd, penna usb, ecc.) contenenti documenti informatici (documenti di testo, immagini, audio, video e qualsiasi tipo di file ).

Il supporto informatico deve sempre essere del tipo non riscrivibile ed essere accompagnato da apposita lettera di trasmissione sottoscritta con firma autografa nella quale si dichiara la tipologia del supporto informatico allegato ed una sintesi dei documenti informatici contenuti nello stesso supporto. Affinché i documenti informatici contenuti nel supporto informatico abbiano pieno valore legale sia riguardo al contenuto degli stessi e sia alla loro integrità nonché alla loro riferibilità al soggetto interessato occorre che siano sottoscritti con firma digitale o con firma elettronica qualificata da parte dello stesso soggetto titolare della potestà di far valere i diritti e/o gli interessi legittimi tutelabili attraverso gli stessi documenti informatici.

b)   la trasmissione telematica utilizzando, a scelta del soggetto interessato:

la casella di posta elettronica tradizionale (Cercare l'ufficio interessato)

La posta elettronica tradizionale è equiparabile alla trasmissione con lettera cartacea all’Ufficio protocollo.

In tale ipotesi, affinché il messaggio di trasmissione e/o i documenti informatici trasmessi, anche senza il messaggio di trasmissione, abbiano pieno valore legale sia riguardo al contenuto degli stessi e sia alla loro integrità nonché alla loro riferibilità al soggetto interessato occorre che siano sottoscritti con firma digitale o con firma elettronica qualificata da parte dello stesso soggetto titolare della potestà di far valere i diritti e/o gli interessi legittimi tutelabili attraverso gli stessi documenti informatici.

Qualora necessiti altresì di una ricevuta di invio e di una ricevuta di consegna (es. per provvedere alla notificazione di un atto), l’utilizzo della posta elettronica tradizionale non è sufficiente, ma si deve ricorrere necessariamente alla PEC.

la casella di posta elettronica certificata (PEC): protocollo@cert.comune.ostuni.br.it

Altri indirizzi di Posta Elettronica Certificata sono reperibili presso gli uffici interessati

i messaggi alla posta elettronica certificata possono essere inviati solo da altre PEC

  

La PEC, assimilata all’invio di una raccomandata con avviso di ricevimento, fornisce unicamente la garanzia in ordine all’invio, alla consegna e all’integrità del messaggio trasmesso (ovvero al fatto che lo stesso non abbia subito alterazioni o manomissioni in tutto il percorso.

In particolare, rispetto alla posta elettronica tradizionale, offre i seguenti vantaggi:

-la garanzia dell’identità della casella mittente e dell’inalterabilità dell’indirizzo associato alla casella da cui si effettua l’invio del messaggio;

-la certificazione dell’avvenuta consegna del messaggio e dei suoi contenuti nella casella di posta del destinatario;

-la garanzia di autenticazione e di opponibilità ai terzi della data e dell’ora di trasmissione e di ricezione del messaggio;

-l’archiviazione da parte del gestore (in uno specifico registro informatico) di tutte le operazioni svolte, comprese le ricevute e con l’esclusione dei messaggi originari, per un periodo di 30 mesi;

-la tracciabilità del flusso dei dati relativi alla casella di PEC del mittente e alla casella di PEC del destinatario;

-l’applicazione di procedure volte a garantire la riservatezza dei dati personali nonché l’inalterabilità di quanto viene trasmesso.

  

I rispettivi gestori di posta elettronica certificata assicurano anche la notifica, sia al mittente e sia al destinatario, di eventuali problemi occorsi durante la trasmissione.

Affinché il messaggio di trasmissione ed i documenti informatici allegati allo stesso messaggio ovvero i documenti trasmessi senza il messaggio di trasmissione abbiano pieno valore legale, sia riguardo al contenuto degli stessi e sia alla loro integrità nonché alla loro riferibilità al soggetto interessato, occorre che siano sottoscritti con firma digitale o con firma elettronica qualificata da parte dello stesso soggetto titolare della potestà di far valere i diritti e/o gli interessi legittimi tutelabili attraverso gli stessi documenti informatici.

Il messaggio di trasmissione ed i documenti sottoscritti con firma digitale o con firma elettronica qualificata sono, a tutti gli effetti di legge, l’originale degli stessi e soddisfano il requisito della forma scritta (quindi, alla sua trasmissione non può seguire l’invio di altro originale cartaceo) nonché il requisito della sottoscrizione autografa, avendo, così, l’efficacia probatoria della scrittura privata ai sensi dell’art. 2702 del codice civile (ossia fanno piena prova, fino a querela di falso, della provenienza delle dichiarazioni da chi le ha sottoscritte).

Per poter utilizzare la PEC i soggetti interessati ne devono fare espressa richiesta, comunicando preventivamente al questo Comune il proprio indirizzo di posta elettronica certificata.

 La trasmissione di istanze e/o di qualsiasi documento con modalità diverse da quelle sopra riportate, non avendo valore legale, non obbliga questo Comune ad avviare i relativi procedimenti amministrativi. Tali procedimenti saranno avviati dalla data di pervenimento allo stesso Comune dei relativi originali cartacei o digitali debitamente sottoscritti con firma digitale o con firma elettronica qualificata.